Porchetta arrosto

Per farla selezioniamo suini di filiera gran suino padano. Una volta disossata si riempie di condimento: sale, pepe, teste d’aglio con tutta la camicia, manciate di rosmarino e spezie. Una volta imbottita di sapori, la porchetta viene messa in forno. La tradizione vuole che la porchetta sia arrostita nel forno a legna, ma questo metodo di cottura non assicura il rispetto delle severe norme in tema di igiene. Per questi motivi si tende ormai ad arrostire la porchetta in forno in acciaio inossidabile.
Se non si consuma subito, l'affettato di porchetta si può conservare in luogo fresco, nel suo cartoccio di carta paglia. Per mantenerne la fragranza bisogna evitare di riporla in frigorifero, o comunque di servirla appena tirata fuori dal frigo.
La cottura dura da 5 a 12 ore a secondo della mole dell’animale, e va controllata di tanto in tanto per constatare la progressiva rosolatura.
 
 

Spalla cotta di San Secondo

Questo magnifico salume tanto caro al Maestro Giuseppe Verdi viene ricavato dal quartino anteriore del maiale. La scapola del maiale viene disossata e rifilata dal grasso e dal tessuto connettivale in eccesso lasciandogli attaccata la coppa. Il blocco di carne ottenuto viene salato e leggermente speziato per poi essere insaccato in budello naturale dove gli viene conferita la classica forma, viene legato e messo a stagionare per un periodo di 30/40 giorni, poi cotto a bassa temperatura per oltre 14 ore. Questa tecnica di cottura mantiene la carne morbida e succosa.
Di per sé questo è un taglio di carne dal sapore delicato e la sua particolare morbidezza e dolcezza viene data dalla coppa, parte anatomica un po’ più grassa, grasso che appunto dona dolcezza e morbidezza all’intero salume. Si consiglia di servire il salume affettato caldo (non bollente) tagliato a mano ed accompagnato alla torta fritta o gnocco fritto.
Carne di suino pesante italiano, sale, pepe, vino, spezie, conservanti vegetali che sono quegli elementi che si possono trovare in frutta e verdura ricche di vitamina A, E e C, miele ed aromi naturali. Non contiene: glutine, lattosio, proteine o derivati del latte, polifosfati aggiunti.
 

Culatta arrosto

Salume arrosto di alta qualità ricavato dalle stesse fasce muscolari da cui si ricava il più pregiato culatello. Selezioniamo le carni solo ed esclusivamente da suini italiani allevati in Lombardia ed Emilia Romagna.
Ingredienti: carne di suino pesante italiano, sale, pepe, conservanti vegetali, aromi naturali, miele. Senza glutine, polifosfati aggiunti, lattosio e derivati del latte.
 
 

Paletta arrosto affumicata

Questo salume prende il nome dalla forma dell’osso dal quale viene ricavato. Prendiamo la spalla del maiale la disossiamo eliminiamo grasso e tessuti connettivali in eccesso lasciando a protezione della carne la cotenna. Prima della cottura la carne viene leggermente affumicata con legnetti di faggio o ginepro. Cuociamo il pezzo ottenuto a bassa temperatura per molte ore senza aggredire la carne, in modo che si mantengano il sapore ed i succhi naturali della carne.
Carne di suino pesante italiano, sale marino, pepe, vino, spezie, conservanti vegetali che sono quegli elementi che si possono trovare in frutta e verdura ricche di vitamina A, E e C, miele ed aromi naturali. Non contiene glutine, lattosio, proteine e polifosfati aggiunti.
Il sapore delicato ed il lieve profumo dell’affumicatura rendono questo prodotto unico ed inconfondibile. Consigliamo l’uso con pane leggermente tostato o con crostini di polenta.
 

Prosciutto arrosto

Un classico della cucina: il prosciutto arrosto. Semplice da allestire, con un buon contorno diventa un secondo adatto anche ad un pranzo importante. Il prosciutto arrosto è prodotto dalla lavorazione della coscia di maiale, che viene disossata, conciata, condita al suo interno con spezie, legata molto stretta e cotta in forno.
 
 

Prosciutto cotto legato a mano

Il prosciutto cotto viene prodotto utilizzando solo la parte centrale della coscia completamente pulita e perfettamente rifilata.Nella fase di lavorazione la coscia viene massaggiata per ammorbidirla e cosparsa di salamoia in modo uniforme. La successiva cottura avviene nei forni a vapore, a temperature elevate e per un lungo tempo di cottura.
CroceDelizia mette al primo posto la garanzia di massima sicurezza nella lavorazione con la pastorizzazione e l'eliminazione di qualsiasi residuo non consono al prodotto finale, che è senza polifosfati aggiunti, senza proteine del latte e del lattosio e infine senza glutine. Un prosciutto al naturale.
 

Mortadella

Realizziamo la nostra mortadella utilizzando solamente la carne che ricaviamo dalla lavorazione delle spalle e dei culatelli alla quale aggiungiamo solamente i lardelli per conferire la parte grassa al salume. Nella nostra mortadella non troverete mai il trippino e l’emulsione di cotenna, ma solamente carne di prima scelta.
E' fatta con carne di suino pesante italiano, sale, pepe, spezie, conservanti vegetali che sono quegli elementi che si possono trovare in frutta e verdura ricche di vitamina A, E e C, aromi naturali. Non contiene: glutine, lattosio, proteine o derivati del latte, polifosfati aggiunti.
I tagli nobili di carne utilizzata conferiscono un sapore unico, delicato ma allo stesso tempo persistente al palato. Gli aromi naturali utilizzati rendono un profumo inebriante.
 
 

Stinco arrosto

Stinco di prosciutto ricavato da maiale pesante italiano. La lavorazione di questo prodotto avviene in varie fasi le quali hanno come obiettivo il garantire una morbidezza ineguagliabile ed un sapore unico. Tutto è ottenuto tramite una salatura senza l’aggiunta di conservanti e una cottura lenta.
 

Mariola di cotechino

Insaccato fatto con impasto macinato di carni suine magre e cotenna, da cui appunto deriva il nome, in proporzioni diverse. Dopo l’aggiunta di sale e spezie secondo l’antica cultura contadina padana il prodotto viene insaccato in budello naturale. Il cotechino fresco dopo appena 5-6 giorni è pronto per essere cucinato bollito in acqua molto lentamente per 3-4 ore. Le cotenne danno una particolare consistenza gelatinosa. Gustare caldo fumante accompagnato con purea di patate o mostarda.
 
 

Prete

Il prete, ricavato dalla parte dello stinco e dalla punta della spalla è un insaccato non macinato. E’ tipico della zona della Bassa Parmense. Il suo sapore e il suo profumo sono molto decisi e aromatici, gradevoli e golosi ti permettono di preparare un secondo piatto dal gusto squisito e genuino.
Si cuoce in acqua con sedano e carota dopo essere stato portato lentamente all’ebollizione. Deve essere servito caldo e può essere accompagnato da ogni tipo di contorno. E’ ottimo con il purè di patate che ripropone l’accostamento più classico e tradizionale. Si abbina perfettamente con un ottimo vino rosso.
 

Cicciolata

La cicciolata è un salume “povero”, ma è sicuramente ricchissimo di sapore. E’ un prodotto che appartiene all’antica tradizione contadina e si ricava creando un gustoso equilibrio tra alcune parti del maiale che altrimenti sarebbero inutilizzate. Il risultato finale è questa piccola opera d’arte di gusto, che rivela in tavola un sapore unico e che viene valorizzato dall’aroma di sottofondo, armonioso e speziato. La cicciolata può essere utilizzata per aggiungere un tocco finale di sapore al tuo piatto di antipasto di salumi. Il suo profumo e il sapore inconfondibile valorizzano in modo ideale una fetta di pane casereccio o un crostino.