Senza impegno e tanta

passione non si riescono

a ricavare

prodotti di qualità
 


"Senza impegno e tanta

passione non si riescono

a ricavare

prodotti di qualità"

 
  • 1950Ugo e il mestiere del norcino

    Le 4:00 del mattino, la nebbia che sale lungo il Po e uomini in bicicletta. Muratori e braccianti agricoli d'estate e norcini d'inverno, tra loro c'è Ugo, il babbo di Ernestino.
    La macellazione è una delle soluzioni al problema della fame: la carne di maiale rappresenta il principale nutrimento durante tutto l'anno. I norcini lavorano con fatica ed impegno dalla mattina alla sera.
    Ugo s'innamora del mestiere e dedica tempo e passione alla macellazione fino a renderlo il suo unico lavoro.
  • 1980La macellazione come festa

    Appena cresciuto, Ernestino segue le orme del padre, si avvicina e si appassiona alla norcineria.
    La macellazione, durante quegli anni, diventa una sagra che affonda le sue radici nella tradizione contadina. Le persone si riuniscono in campagna e danno vita ad una grande festa, una celebrazione della storia dei propri avi.
  • 2000La nascita di CroceDelizia

    Inizia l'avventura di CroceDelizia: Ugo ed Ernestino, insieme alla moglie Isabella, aprono la bottega e dietro ad essa costruiscono il laboratorio di lavorazione e la cantina.
    L'intento è quello di riscoprire tradizioni e sapori di una volta. L'intero ciclo di lavorazione è svolto artigianalmente, le muffe delle cantine e il microclima della Bassa Parmense permettono una perfetta esaltazione di profumi e aromi.
  • La storia di CroceDelizia - 1
  • La storia di CroceDelizia - 2
  • La storia di CroceDelizia - 3
  • Cantina2_CroceDelizia
  • Cantina1_CroceDelizia
  • Cantina3_CroceDelizia
  • La storia di CroceDelizia - 1
  • La storia di CroceDelizia - 2
  • La storia di CroceDelizia - 3
  • Cantina2_CroceDelizia
  • Cantina1_CroceDelizia
  • Cantina3_CroceDelizia